Ovviamente la natura non ha marchio. Nessuno produce la natura; essa è il risultato di una miriade di forme di vita che interagiscono tra loro in tutto il pianeta, in modo reciproco e naturale, e tendono al miglioramento della vita stessa. Questa foto è stata scattata nelle isole Raja Ampat, in Indonesia. Qui confluiscono le acque dell'oceano Indiano e del Pacifico e qui la biodiversità marina raggiunge i massimi livelli al mondo. Il panorama subacqueo è di quelli che tolgono il fiato e quando lo sguardo si sposta per cogliere la visione d'insieme, in cui mare, terra e cielo si fondono, davanti agli occhi si dispiega uno scenario di epoche remote, prima ancora che l'uomo facesse la sua comparsa. In questo luogo si intuisce l'energia primordiale della natura, generata dalla lotta per la sopravvivenza. Era inevitabile, quindi, che MUJI prendesse il mondo naturale come modello. Cercando di limitare sprechi ed eccessi e ponendo attenzione ai benefici insiti nella natura stessa dei materiali originali. MUJI, che iniziò la sua storia con 40 prodotti, oggi ne conta 7000 e continua ad evolversi attraverso il confrontarsi di una miriade di piccole idee che nascono dall'osservazione costante della vita di ogni giorno, da ogni sua angolazione.